Mutui agevolati per giovani coppie

Il passo più difficile, che quasi tutte le coppie si trovano ad affrontare prima o subito dopo il  matrimonio, è rappresentato dall’acquisto della prima casa.  Proprio negli ultimi giorni stanno arrivando  buone notizie per le coppie in procinto di sposarsi. Il ministero della Gioventù ha firmato infatti l’accordo definitivo con l’Abi (Associazione Bancaria Italiana), a favore dell’iniziativa legata al fondo di garanzia per l’accesso ai mutui agevolati per giovani coppie.

Grazie all’iniziativa pensata dal  Ministero della Gioventù  e dall’Associazione Bancaria Italiana, sarà finalmente possibile richiedere un mutuo agevolato per giovani coppie per un importo massimo di 200 mila euro. Secondo le stime del Ministero, saranno circa 1o mila le coppie che potranno beneficiare delle suddette agevolazioni.

I finanziamenti, nello specifico, saranno riservati a giovani coppie coniugate o comunque a nuclei familiari monogenitoriali con figli minori, il cui reddito Isee  non superi i 35 mila euro. L’età di entrambi i componenti non dovrà  superare i 35 anni ed almeno il 50% del reddito complessivo imponibile ai fini Irpef deve provenire da un contratto di lavoro atipico.

Questo progetto nello specifico, consentirà pertanto di ottenere condizioni vantaggiose anche a quanti lavorano in regime di assunzione atipica. Nel caso di situazioni di insolvenza, infatti, l’intervento a garanzia del debito prevede una copertura fino ad un massimo di 75 mila euro direttamente dal fondo.

Per quanto riguarda invece le caratteristiche dell’immobile, deve trattarsi ovviamente di una prima abitazione (con relativo importo di massimo 200mila euro), con una metratura massima di 90 mq.

Grazie a questa iniziativa le giovani coppie che non possono beneficiare di un normale contratto di lavoro a tempo indeterminato, potranno ottenere un mutuo per la prima casa, che difficilmente sarebbe stato erogato proprio a causa delle scarse garanzie contrattuali fornite a copertura del debito.

Insomma forse avete una possibilità in più per risparmiare sul mutuo della prima casa e non solo sul matrimonio 🙂